Vino cotto: un antico alleato contro l’influenza

L’inverno non è ancora finito e come ogni anno l’influenza costringe al letto anche i wine lovers, che cercano di combatterla a suon di farmaci, sciroppi e fazzolettini. Non tutti però sanno che anche il vino rosso, sotto forma di infuso, è un ottimo alleato contro i sintomi influenzali.

Può essere preparato in casa senza grandi difficoltà: con 3 litri di mosto d’uva, colato e lasciato riposare sul fuoco per alcune ore con cannella, chiodi di garofano e scorza d’arancia, si otterrà circa un litro di vino cotto.

Le proprietà benefiche di questo “rimedio della nonna” sono molteplici: il decotto di vino rosso, infatti, a differenza del tradizionale vino da tavola che a causa dell’alcol indebolisce il sistema immunitario e disidrata, è un ottimo rimedio sia per curare tosse che per tenere bassa la febbre e liberare le vie respiratorie.

Ricco di polifenoli utili a combattere i radicali liberi, contrasta anche l’invecchiamento cellulare, previene le malattie cardiovascolari e ha funzione antitumorale, grazie agli antiossidanti che lo compongono. E non è tutto: migliora anche la circolazione sanguigna, aiuta l’intestino e contrasta le indigestioni.

Insomma, un vero toccasana per la salute e un ottimo modo per ogni wine lovers di unire l’utile al dilettevole!

Autore dell'articolo: admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *