Il vino per il primo appuntamento che mette d’accordo sia lui che lei

Vino: c’è quello per lui e quello per lei. Alcuni studi di neuromarketing affermano che anche il vino diventa di genere e ha delle peculiarità in base a chi lo degusta.
Ormai l’idea che il vino sia una bevanda prettamente maschile è obsoleta, ed i dati dell’Istat lo confermano: la percentuale di donne che bevono vino è del 40%, due punti in percentuale maggiori rispetto al 2014.

Sono gli uomini che invece hanno ridimensionato il loro rapporto con il nettare degli Dei diminuendo il consumo di quasi un punto percentuale rispetto al passato.

Non solo consumatrici, le donne con il tempo sono diventate anche il simbolo delle campagne di comunicazione del mondo enologico, con una grande crescita per quanto riguarda anche l’occupazione professionale, tanto che le sommelier hanno ormai superato il 40% del totale.

Ma quali sono le caratteristiche che differenziano uomini e donne sulla scelta della bottiglia di vino da acquistare? Se gli uomini sono più portati a tener conto delle peculiarità tecniche, le donne si fanno ammaliare da etichette di design e campagne pubblicitarie accattivanti. Le signore sono inoltre più predisposte alla sperimentazione di gusti e profumi nuovi, mentre gli uomini sono tendono ad essere portati a rimanere su sapori tradizionali.

C’è un vino però che, secondo Val d’Oca, una delle cantine produttrici di Prosecco più rinomate, mette d’accordo tutti: è il Millesimato Valdobbiadene Prosecco Superiore Docg.
Quindi amanti del vino, uomini o donne che siate, ora sapete cosa ordinare al primo appuntamento.

Autore dell'articolo: admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *