Il bacio più atteso è arrivato: nasce il Prosecco Rosè Doc di Bacio della Luna

Al via anche la campagna adv e web “di Bacio in Bacio”

I vigneti di Bacio della Luna

La Doc Prosecco Rosé era molto attesa dai mercati, interno e internazionale. Ne abbiamo avuto prova tangibile con grande anticipo rispetto alla presentazione del prodotto. La maggior parte della nostra produzione di Bacio della Luna Prosecco DOC Rosé Extra Dry Millesimato 2019, infatti, era già stata prenotata ancora prima che fosse pronta per la commercializzazione. Questo è motivo di grande orgoglio per la nostra cantina. Un messaggio che parla di fiducia da parte del mercato e che conferma la credibilità del nostro brand. In questa congiuntura molto complessa, dove i comparti del turismo e dell’Horeca sono in grande sofferenza per le restrizioni di cui sappiamo, vogliamo guardare comunque al presente con prudente ottimismo, auspicando che questo secondo blocco non pregiudichi la fatica e l’impegno che tutto il sistema ha messo in campo da maggio ad oggi, per recuperare le perdite subite durante il primo lockdown e rilanciare il comparto. Inoltre, per venire incontro ai consumatori e sopperire alle attuali restrizioni, abbiamo lanciato l’e-commerce Vineria43.it, la “bottega online” di vini e birre artigianali nata dalla partnership di 10 cantine e 2 birrifici”.

Con queste parole Roberta Deflorian, direttore commerciale e marketing della cantina Bacio della Luna di Vidor (TV), annuncia il lancio del nuovo Bacio della Luna Prosecco DOC Rosé Extra Dry Millesimato 2019che va a completare la gamma dei prosecchi Bacio della Luna DOC e DOCG.

“L’iter di autorizzazione alla vendita della variante Rosé – spiega Deflorian – è iniziato mesi fa, ma la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale dell’Unione Europea è arrivata solo lo scorso 28 ottobre. Ora, grazie al via libera dell’Unione Europea, abbiamo potuto far partire l’export e le vendite interne”. 

La modifica del disciplinare prevede che il Rosé possa essere solo millesimato, ovvero prodotto da una singola annata, in questo caso il 2019. La composizione deve rispettare una quota minima dell’85% di Glera in purezza, vitigno autoctono delle colline venete, e per il restante 15% da Pinot nero veneto, vitigno che si presta bene alla vinificazione in bollicina. Infine, la rifermentazione, che avviene in autoclave secondo il metodo Charmat, deve rispettare una durata minima di 60 giorni, dopo i quali si può procedere all’imbottigliamento.

Il nostro Bacio della Luna Prosecco DOC Rosé Extra Dry Millesimato 2019 è composto per il 90% da Glera e per il 10% da Pinot nero veneto precisa Roberta Deflorian. Per questa prima annata 2019 abbiamo prodotto 20.000 bottiglie che verranno distribuite tra Italia ed estero”.

Per lanciare il prodotto, l’azienda Bacio della Luna ha dato il via alla nuova campagna ADV “Di Bacio in Bacio”, realizzata dall’agenzia Joya PR di Brescia. Un’immagine giovane e moderna che, con un gioco di parole, invita a passare “Di Bacio in Bacio”, provando prima il nuovo arrivato Bacio della Luna Prosecco DOC Rosé Extra Dry Millesimato 2019 e poi tutti gli altri prodotti della linea Bacio della Luna. Un invito che vuole anche essere di buon auspicio per il futuro, nell’attesa di poter tornare a baciarci e abbracciarci come prima.

Fonte: cantina Bacio della Luna di Vidor

Autore dell'articolo: admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *